Roller Club Biasca by Elio Laffranchini

Vai ai contenuti

Menu principale:

24.01.2016

Black out fatale per il Biasca

Biasca - Basilea  4 : 5

Il Biasca grazie a una condotta di gara perfetta ha chiuso in vantaggio per 1 a 0 il primo tempo grazie a un contropiede imbastito da Gregorio Boll e concluso in rete da Rè. Per tutto il primo tempo gli ospiti si sono resi pericolosi solo con conclusioni da fuori mentre i l Biasca ha giocato un gran partita. Solido e attento in fase difensiva ha cercato di sfruttare il contropiede creandosi moltissime occasioni ma peccando purtroppo ancora di concretezza nelle conclusioni . Nessuno avrebbe gridato allo scandalo se alla pausa il Biasca fosse arrivato con almeno tre gol di scarto. Il Basilea si è dimostrato una squadra con pochi schemi e idee ma che sfrutta al massimo le qualità e la classe dei singoli giocatori che possono in qualsiasi momento inventare la giocata decisiva e giocando sempre molto duro e in alcuni casi anche con cattiveria. La ripresa inizia con una gran rete di Rè seguita poco dopo dal punto di Gregorio Boll. Il Biasca domina e ha la possibilità di probabilmente chiudere la partita ma Muheim si oppone al tiro diretto di Rè. Purtroppo per i padroni di casa un’amnesia generale di due minuti ha permesso ai renani dal 31° al 33° di riaprire la partita grazie a due incursioni di Pellizzari e a una sfortunata autorete. Il vantaggio per gli ospiti arrivava cinque minuti dopo grazie a un tiro diretto conseguente a una discutibile espulsione di Boll Gregorio. L’esperienza degli ospiti permette loro di arginare e contenere le iniziative avversarie che arrivano vicino al gol del pareggio ma che devono subire un’ulteriore rete ospite. La generosità biaschese viene ancora premiata grazie alla rete di Gregorio, su assist del fratello. A15 secondi dal termine la coppia arbitrale non se la sente di assegnare il sacrosanto quindicesimo fallo di squadra al Basilea che avrebbe portato al tiro diretto e la partita termina  purtroppo con una sconfitta immeritata e difficile da digerire. Il Biasca visto all’opera è piaciuto molto più del blasonato Basilea convinto di poter bissare il titolo. Gli uomini ci sono, eccome, manca la squadra.
Br.








 
Roller Club Biasca
Torna ai contenuti | Torna al menu