Roller Club Biasca by Elio Laffranchini

Vai ai contenuti

Menu principale:

9-10 maggio 2015
AL PALAROLLER
Programma
final four coppa svizzera roller
maschile e femminile
presenti le migliori squadre
del campionato svizzero


Partita Roller Club Biasca








04.05.2015
Chiuso il campionato al sesto posto ora sotto con la final four.
Sabato il Biasca è stato sconfitto per 4 a 2 dal Weil in una partita senza grandi aspettative e che consegnava alla vincente il quinto posto. Di regola questo risultato dà diritto alla partecipazione alle coppe europee ma essendo i padroni di casa tedeschi anche questo obiettivo era utopico non potendo i tedeschi rappresentare la Svizzera in una coppa europea. Gli atleti hanno comunque onorato lo sport giocando una partita divertente e aperta fino alla sirena finale. Oggettivamente il sesto rango rispecchia il valore della squadra confrontata con l’organico dei Club che la precedono. La presenza di troppi giocatori stranieri ha sì elevato il livello del campionato ma ha sicuramente sfavorito e messo in disparte i giocatori svizzeri chiudendo la strada ai giovani emergenti. Probabilmente in un futuro abbastanza prossimo la squadra nazionale pagherà le conseguenze di queste scelte. Il campionato non è però ancora chiuso: causa impraticabilità della pista a Ginevra le due finaliste hanno dovuto rimandare il discorso scudetto che verrà probabilmente assegnato dopo la Coppa svizzera. Il Basilea si è aggiudicato la prima gara casalinga garantendosi almeno la possibilità d giocarsi la bella. . Le due formazioni che hanno dominato il torneo di qualificazione arriveranno probabilmente con il titolo di campione svizzero ancora da assegnare alla final four di coppa che rimane un appuntamento molto seguito e apprezzato.
La Coppa è un trofeo che tutti i Club vogliono, che non è meno importante del titolo di campione svizzero ed è l’appuntamento che chiude di fatto la stagione agonistica. La particolarità della competizione è lo scontro diretto, a eliminazione, che permette anche alle squadre meno blasonate di giocarsi le partite cercando il sempre possibile exploit. Al Palaroller scenderanno in pista le migliori formazioni svizzere sia maschili che femminili e con malcelato orgoglio tra le elette possiamo segnalare la presenza del Biasca.
Lo spettacolo è garantito con giocatori dal curriculum impressionante alle nostre latitudini come Pedro Alves del Ginevra e Mariano Velasquez del Basilea, tanto per fare due esempi, che hanno vinto tutto il possibile sia con le squadre di Club che con le rappresentative nazionali.
Lo spirito della Coppa permette però a tutti di sognare e anche il Biasca potrebbe concretizzare la sorpresa.
Il campionato femminile dovrebbe essere appannaggio del Vordemwald, la formazione che ha mostrato il miglior gioco e che si annuncia una candidata molto seria alla doppietta. Probabilmente il Montreux è la squadra che in coppa può essere considerata la vera mina vagante. Anche il collaudatissimo Diessbach ha argomenti interessanti da sfruttare. Sulla carta l’Uri potrebbe essere considerata la meno quotata fra le semifinaliste ma avrà il notevole vantaggio di giocare praticamente in casa.
Br
08.04.2015

Nazionale elvetica per quattro biaschesi


(nella foto da sinistra Marzio Vanina, Tiziano Tatti, Camillo Boll e Andrea Grassi)

Nel lungo fine settimana pasquale ben quattro biaschesi hanno difeso i colori rossocrociati alla 66° Coppa delle Nazioni, il torneo internazionale di hockey su pista più longevo e prestigioso del mondo, che si svolge con cadenza biennale a Montreux. Sul parquet della Omnisport si sono viste all’azione le migliori nazionali al mondo, le quali hanno approfittato dell’occasione per testare schemi ed effettivi in vista del mondiale che si svolgerà a fine giugno a La Roche Sur Yon (Francia).
A Marzio Vanina e Andrea Grassi, che hanno partecipato all’europeo ad Alcobendas (Spagna) l’anno scorso, si sono affiancati Camillo Boll e Tiziano Tatti, alla loro prima esperienza in nazionale senior, dopo un europeo a Valogno (Portogallo) con le giovanili. Dei quattro, cresciuti e formati nel Roller Club Biasca, Tatti, Boll e Grassi militano nel borgo natio, mentre Vanina, già da qualche anno nel giro della nazionale, è attualmente in forza all’Uttigen. È la prima volta che la nazionale svizzera annovera tra le sue fila quattro ticinesi.
Vince per la quarta volta consecutiva il Portogallo, che si impone 3 a 2 sulla Spagna in una spettacolare finale incorniciata da un palazzetto gremito di spettatori. La Svizzera, che nel girone di qualificazione nulla ha potuto contro Spagna e Portogallo, chiude al settimo posto, mostrando comunque di poter competere alla pari con Germania e Francia.











 
Torna ai contenuti | Torna al menu